ESPERIENZE DI INNOVAZIONE: STAMPANTE 3D
“STAMPIAMOCI IL FUTURO” 

Destinatari

Il Progetto è rivolto a Studenti e Insegnanti delle Scuole di I e II grado di Parma e Provincia, in particolare classi terze medie, tutte le classi de
lle scuole superiori e a gruppi di alunni a rischio di abbandono scolastico.

 

Tematica

IMG_3076L’innovazione tecnologica e la simulazione di esperienza di coworking come strumenti per aiutare i ragazzi a lavorare in gruppo, a valorizzare le competenze individuali e di gruppo e a orientarsi nelle scelte future di studio e di lavoro.

 

Finalità

Il contatto con le terze medie e le classi delle scuole superiori s’iscrive in un percorso finalizzato ad ampliare le informazioni orientative dei ragazzi sul tema dell’occupabilità, mettendoli in relazione con alcune realtà del territorio, che sono significative in questo senso e vicine a loro.

Il progetto in particolare si propone di:

  • far conoscere ai ragazzi On/Off, una realtà in cui alcuni giovani cercano di realizzare micro imprese o progetti individuali e che, allo stesso tempo, entrano in un circuito virtuoso in cui sono valorizzate e messe a disposizione le reciproche competenze;
  • Far respirare ai ragazzi un ambiente nel quale convivono una community collaborativa, un incubatore di idee e un centro per lo sviluppo delle competenze;
  • Partecipare alla vita di uno spazio coworking ed un Fablab in evoluzione, nati per condividere idee, conoscenze, esperienze, tecnologia avanzata ed opportunità di impresa;
  • Far vivere il coworking, la tecnologia (la stampante 3D, la robotica, piuttosto che la tecnologia di montaggio audio e video) come strumenti per veicolare anche valori macro-relazionali, volti a favorire una crescita nelle relazioni del gruppo classe che partecipa al progetto;
  • legare i contenuti e le esperienze delle varie tappe, con le materie curriculari svolte a scuola, quali Tecnologia, Educazione Civica, Diritto, Economia, Geografia e materie umanistiche in generale.

 

Tempi

Sette incontri distribuiti in un arco di tempo di due mesi circa: quattro incontri di 2 ore, due incontri di tre ore e uno di un’ora.

 

Struttura

Il laboratorio si sviluppa in sette incontri per classe.

IMG_3086-800Primo incontro (due ore): è dedicato alla co-progettazione di insegnanti ed operatori On/Off, che insieme definiscono un patto educativo in cui vengono condivisi obiettivi, finalità e modalità con cui raggiungerli e ruolo che ciascuno esercita nelle diverse fasi del progetto. Agli insegnanti viene chiesto di compilare una scheda iniziale, attraverso la quale forniscono, agli educatori del progetto, informazioni circa le caratteristiche individuali e relazionali del gruppo classe.

Secondo incontro (due ore): di plenaria in classe, nel quale gli operatori On/Off costruiscono la relazione con i ragazzi attraverso le presentazioni reciproche, chiedendo loro di esprimere attese e preoccupazioni circa il percorso nuovo e accompagnandoli a definire le regole del gruppo classe. Gli educatori coinvolgono i ragazzi in un breve gioco di “coworking”, con lo scopo di introdurre le modalità di lavoro collaborativo, che caratterizza la realtà di On/Off.

Terzo incontro (due ore): ancora di plenaria in classe, in cui gli educatori chiedono ai ragazzi di partecipare al “gioco del coworker”, in cui devono ricoprire ruoli che simulano una realtà d’impresa. L’obiettivo è la progettazione, la realizzazione con stampa 3d e la distribuzione di un oggetto. La simulazione del gioco del coworker si pone diversi obiettivi, tra cui:

  • sviluppare la capacità di riconoscere le caratteristiche dei differenti ruoli all’interno di un gruppo che collabora per raggiungere un obiettivo condiviso;
  • sviluppare la capacità di imparare a coniugare le differenze fra ruoli;
  • sviluppare la capacità di rispettare i confini e le peculiarità dei singoli ruoli;
  • sviluppare la fiducia nel fatto che si può trovare una sintesi tra diverse ipotesi, in cui ciascuno possa comunque non rinunciare alla propria specificità;
  • sviluppare la capacità di costruire qualcosa insieme ad altri.

Quarto e quinto incontro (tre ore): si svolgeranno presso la sede di On/Off e a ciascuno parteciperà metà classe. Questi incontri saranno dedicati alla conoscenza degli spazi di On/Off, alla descrizione e all’utilizzo, sotto la guida di un operatore On/Off esperto di stampante 3D, del programma di progettazione e realizzazione dell’oggetto, definito dai ragazzi nel gioco di coworking e disegnato in classe con l’insegnante di educazione tecnica.

Sesto incontro (due ore): a conclusione del percorso, con questo incontro desideriamo promuovere un momento di restituzione al gruppo classe e con il gruppo classe, in presenza degli insegnanti.

Settimo incontro (un’ora): sarà dedicato alla restituzione e alla valutazione complessiva del percorso insieme agli insegnanti.

 

Metodologia

IMG_3089-800La metodologia educativa adottata è di tipo partecipativo.

Si tratta di una metodologia che implica una maggiore interazione tra gli educatori e i partecipanti, i quali sono considerati soggetti attivi, poiché prendono parte a una serie di attività volte a rendere l’apprendimento “dialogico”, venendo coinvolti in scambi e analisi di gruppo sui propri vissuti specifici.

Per integrare fra loro la specificità del luogo On/Off e gli obiettivi di lavoro sulle relazioni di gruppo, riteniamo efficace avvalerci del gioco quale strumento principale; in particolare la tecnica del gioco simulato, che coinvolgerà i partecipanti in tutte le fasi del percorso.

 

Personale

1 educatore

1 volontario

1 tecnico per la programmazione e realizzazione parte con stampa 3D

Consulenza da parte della microimpresa “Come la Sfoglia”, per la realizzazione del “gioco del coworking”

 

Ruolo insegnanti

Gli insegnanti sono parte attiva del percorso in diverse fasi:

  • nella fase iniziale, con la stipulazione di un patto educativo con gli operatori On/Off, quindi nella condivisione di obiettivi e modalità;
  • in corso d’opera, nella rielaborazione delle esperienze vissute dai ragazzi nelle varie fasi del progetto e nel facilitare gli educatori di On/Off nella rilettura delle dinamiche relazionali del gruppo classe;
  • nel momento di restituzione finale, con il proprio contributo alla valutazione dell’esperienza fatta.

 

Attività

  • Lavori sul gruppo finalizzati a rafforzare le abilità sociali, interpersonali ed emozionali dei ragazzi;
  • laboratori per la sperimentazione di nuove modalità di generare idee, lavorando insieme attraverso il coworking, per favorire l’acquisizione e il consolidamento delle abilità del lavorare collaborando e del partecipare attivamente ai lavori di gruppo;
  • simulazione d’impresa, per favorire il riconoscimento delle competenze individuali e di gruppo;
  • sperimentazione di nuove tecnologie e attività quali la stampante 3D, robotica, Arduino, etc.

 

Documentazione ed esito finale

Al termine del percorso, in occasione dell’incontro di restituzione con i ragazzi, è prevista l’organizzazione di un esito finale definito con i ragazzi (video, book fotografico, ecc).

 

Servizi aggiuntivi

Si rimane a disposizione per qualsiasi richiesta le scuole vogliano indirizzare ad On/Off.

 

Sede

Presso On/Off Officina di coworking Strada Naviglio Alto 4/1 Parma