LA  STORIA

Il Centro Giovani Montanara viene inaugurato nel 1997 in una parte del complesso Vittorio Emanuele in via Raimondi su iniziativa delprimal’Associazione Gruppo Scuola: l’esperienza pluriennale a Villa Ghidini aveva, infatti, dimostrato la necessità di dare continuità alle proposte aggregative ed educative offerte ai bambini e ai preadolescenti, strutturando un luogo e delle attività specifici per la fascia adolescenziale. 
Fin da subito il progetto ha ricevuto un riscontro altamente positivo da parte dei ragazzi, mentre l’équipe educativa ha avviato collaborazioni con le diverse realtà del quartiere (Circoscrizione, Istituti Scolastici, Servizi Sociali, Parrocchia, associazioni di volontariato, culturali e sportive, ecc.) e preso i contatti con numerose famiglie.
Dal 2007 il Centro si è trasferito nella nuova struttura di via Pellicelli, appositamente realizzata dal Comune di Parma.
Il successo del progetto è testimoniato dal fatto che, nel corso dei suoi 14 anni di attività, la partecipazione al Centro si è sempre mantenuta stabile, nonostante il costante ricambio generazionale dei frequentanti: ciò significa che i ragazzi del quartiere percepiscono questo luogo e le attività educative ed animative che vi si svolgono come un punto di riferimento per il loro tempo libero.

GLI  OBIETTIVI

secondaIl Centro Giovani Montanara si rivolge ai ragazzi e alle ragazze di età compresa tra i 13 ed i 21 anni, con proposte diversificate.
La finalità principale consiste nell’offrire ai ragazzi un contesto di agio in cui promuovere le diverse forme di protagonismo giovanile e di presenza responsabile nella comunità locale, sostenendo le loro competenze, stimolando la loro creatività e accompagnandoli in percorsi di crescita e di autonomia.
In particolare il CGMontanara, nella rete di Centri gestiti da ENGIOI, si propone di sviluppare in modo peculiare le aree dedicate alla MUSICA e alla MULTIMEDIALITA’ (attraverso la disponibilità di spazi attrezzature tecnologicamente avanzate per le prove e le registrazioni musicali, per il dj set, per le riprese ed il montaggio video, e la nuova Radio Web) e alle NUOVE TENDENZE GIOVANILI (attraverso la realizzazione di attività e di eventi finalizzati a conoscere e diffondere i linguaggi e le performance delle nuove generazioni in ambito artistico, culturale e sportivo – hip hop, breakdance, capoeira, skate, writers, ecc. ).

LE  ATTIVITÀ

terzaGioco e sport: Biliardo, calciobalilla, giochi in scatola, ping pong, tornei, calcio, pallavolo, basket, calcio saponato, hockey su prato, pattinaggio, giochi all’aperto
Sostegno alla persona: Spazio studio, orientamento scolastico, sostegno nella ricerca di lavoro, sostegno nell’alfabetizzazione, spazio di ascolto, colloqui individuali, colloqui con le famiglie, incontri informativi e di approfondimento su varie tematiche (affettività, sessualità, alimentazione, sostanze, ecc.)
Creatività: laboratori creativi (disegno, creazione di bijou, magliette ecc.), fai da te
Musica e danza:  sale prove musicali, sala registrazione audio, corsi di musica (batteria, chitarra, corso dj), creazione di basi musicali, dj set, eventi e concerti,  sala danza, break dance, hip hop, danza contemporanea
Multimedia: Internet gratuito, fotografia e fotoritocco, videomaking, montaggio video, video box, tornei e giochi on line, creazione di blog, videoclip, radio web, ecc.
Uscite e gite: Uscite al cinema, cavallo, pattinaggio, arrampicata, laser game, bowling e tanto altro. Gite al mare, in montagna, città d’arte, sulla neve, campeggio, scambi europei 
Momenti conviviali ed eventi: feste (di compleanno, di Natale, ecc.), eventi speciali, concerti, cineforum, mostre, spettacoli di teatro e danza, ecc. 
Radiofficina – Radio web: la postazione radio è collocata all’interno del centro, dove si riunisce la redazione, si decide la programmazione e la messa in onda, si svolgono corsi di formazione.

I  RAPPORTI  CON  IL QUARTIERE

Fin dall’apertura del Centro, l’équipe educativa ha operato secondo i principi del lavoro di Rete, proponendosi come risorsa per la Comunità e valorizzando le relazioni con tutte le Realtà – istituzionali, associative, di volontariato – del Quartiere. Sono nati, in questo modo, dei rapporti significativi che hanno innanzitutto facilitato l’inserimento del Centro e dei ragazzi che lo frequentano nel tessuto sociale della Comunità e stimolato la nascita di collaborazioni per la realizzazione di attività, iniziative, manifestazioni, ecc. 
In svariate occasioni, gli educatori ed i ragazzi del Centro sono stati protagonisti nella realizzazione di attività di animazione, di laboratori ludici e creativi, di momenti di intrattenimento (concerti, dj set, tornei sportivi, ecc.) in occasione delle Feste di Quartiere.