Pubblicato il report “Makerspaces for education and training”


“Makerspaces for education and training“ è la recente pubblicazione della Commissione Europea a cura di Anusca Ferrari, Riina Vuorikari e Yves Punie sul tema dei Makerspaces, che include anche i contributi della nostra cooperativa e degli altri partecipanti europei al workshop al quale abbiamo lo scorso maggio a Bruxelles.


“Makerspaces for education and training“  esplora il potenziale a lungo termine che i makerspace (intesi come luoghi in cui le persone possono riunirsi per creare o inventare cose, usando l’artigianato o tecnologia tradizionali)  possono apportare all’istruzione e alla formazione in Europa.

Attraverso lo sviluppo di quattro scenari con una prospettiva al 2034, il report delinea tre aspetti unici di questo tipo di spazi.

  1. L’organizzazione di attività che avvicinano in maniera naturale e spontanea discipline tradizionalmente insegnate in maniera separata tra loro;
  2. Nell’affrontare e cercare di risolvere problematiche reali, i frequentatori e i promotori di questi spazi acquisiscono nuove conoscenze creando nuovi significati a partire dall’esperienza;
  3. Grazie ai livelli informali di interazione sociale che caratterizza questi luoghi, vengono attivate modalità di apprendimento flessibili e nuove (come ad esempio il peer education e il peer coaching).

Il report delinea inoltre una serie di “drivers” del cambiamento che vengono utilizzati per sviluppare gli scenari futuri dei makerspace al 2034, offrendo una serie di “Approfondimenti per le politiche” nei settori dell’istruzione, della formazione, della convalida dell’apprendimento non formale e informale e dell’occupabilità, con l’obiettivo di stimolare e promuovere ulteriori discussioni sul ruolo futuro dei makespace e dei makers in Europa.


Scarica il Report Makerspaces for Education and Training_Exploring future implications for Europe.