Lettera alle Famiglie: ecco il perché dell’incremento delle rette dei Centri Estivi


Gentili Famiglie,

comprendiamo le difficoltà vissute da tanti in questi lunghi mesi di quarantena, sia dal punto di vista economico e lavorativo, sia nella gestione dei figli, poiché sono le stesse che abbiamo vissuto noi come impresa sociale, come lavoratori e, per chi lo è, come genitori.


Lo Stato e la Regione, nell’autorizzare la ripresa dei centri estivi per andare incontro alle esigenze di socialità dei bambini e di supporto alle famiglie, hanno definito delle misure rigidissime per la riduzione del rischio di diffusione del contagio.
Abbiamo scelto di applicarle in modo rigoroso, per senso di responsabilità verso i nostri utenti, ai quali vogliamo garantire il livello massimo di sicurezza.


Ciò ha comportato un incremento dei costi che, per correttezza e trasparenza, vi vogliamo illustrare nel dettaglio, affinché possiate farvi un’idea delle ragioni per cui le nostre rette hanno subito un aumento così rilevante:

  1. Abbiamo dovuto ridurre la capacità d’accoglienza dei nostri centri estivi per fare in modo che i gruppi di bambini potessero avere uno spazio adeguato, non solo al distanziamento, ma ai loro giochi e alle loro attività.
  2. Contemporaneamente, abbiamo dovuto raddoppiare il personale: negli anni precedenti ogni educatore gestiva 12/15 bambini a seconda dei momenti della giornata, ora il rapporto è 1 a 7. Chi ha già frequentato i nostri centri estivi sa che è il nostro personale a fare la differenza: educatori professionali con titolo, che lavorano tutto l’anno con i bambini e gli adolescenti, la maggior parte con esperienza più che decennale. Il nostro personale ha un costo nettamente superiore a quello impiegato generalmente nei centri estivi: abbiamo un contratto collettivo di lavoro da applicare e non beneficiamo degli sgravi fiscali e contributivi di cui si possono avvalere le società sportive dilettantistiche o gli enti religiosi.
  3. Dobbiamo rispettare delle misure molto rigide dal punto di vista igienico-sanitario: sanificazione costante dei servizi igienici, dello spazio mensa, di giochi, attrezzature e materiali dopo ogni utilizzo, che comporta un maggior impiego di personale, di prodotti per le pulizie e l’igienizzazione, di dispositivi di protezione individuale.
  4. Abbiamo dovuto acquistare o noleggiare attrezzature ombreggianti a norma, per garantire ad ogni gruppo la possibilità di svolgere le attività all’aperto con le necessarie zone d’ombra dove trascorrere i momenti più caldi della giornata. Ogni gruppo avrà una propria dotazione di materiali ludici, creativi e di attrezzature per l’attività motoria, in modo da ridurre al minimo la condivisione di tali oggetti con gli altri gruppi. Per quanto riguarda il pasto abbiamo scelto il servizio in monoporzione con un vassoio coperto ecocompatibile in modo che solo il bambino entri in contatto con il suo cibo e con le sue posate.

Tutto questo ha comportato l’incremento della retta che avete potuto constatare, sebbene la Cooperativa abbia deciso di non ricavare alcun utile dalla gestione dei Centri Estivi, puntando alla sola copertura dei costi: le difficoltà che anche la nostra impresa ha attraversato in questi mesi, con diversi servizi sospesi o solo parzialmente attivi, non ci permettono infatti di preventivare una gestione in perdita dei servizi estivi.

Vi invitiamo, infine, ad avvalervi di tutte le agevolazioni a disposizione delle famiglie per abbattere i costi dei servizi per i bambini e gli adolescenti.

  • Il Comune di Parma ha pubblicato il Bando per l’assegnazione dei contributi regionali per la Conciliazione Vita-Lavoro e dei voucher comunali degli Assessorati Servizi Educativi e Politiche Sociali (a questo link è possibile scaricare il modulo per la presentazione della domanda).
  • Sul sito dell’INPS è già possibile, per le categorie aventi diritto, richiedere la concessione dei cosiddetti “Bonus Babysitter” che sono utilizzabili anche per pagare i centri estivi (www.inps.it per la presentazione della domanda, mentre a questo link è possibile trovare informazioni utili).

Restiamo a vostra disposizione per tutti gli ulteriori chiarimenti che riterrete necessari e vi ringraziamo per la fiducia che anche quest’anno vorrete accordarci.