Finanziati due progetti di Cooperativa con il Bando 2019 LR 14/08

 


“La città si mette in gioco – Giovani protagonisti di trasformazioni sociali” ed “Emozioni mediate & cittadinanze digitali” sono i titoli dei nostri due progetti finanziati dal Bando LR 14/08 a favore degli adolescenti per l’anno 2019 promosso dalla Regione Emilia Romagna, rispettivamente sul Distretto di Parma (€8.000) e sul Distretto Sud-Est (€4.081,61). L’obiettivo del Bando è sostenere i giovani, coinvolgendo la società civile, nel complesso e delicato passaggio di crescita e scoperta del mondo, con un’attenzione particolare puntata sugli stili di vita e sulle relazioni con coetanei e adulti di riferimento. 


Di seguito una breve descrizione di ogni progetto. 

“La città si mette in gioco – Giovani protagonisti di trasformazioni sociali”, Distretto di Parma

Il progetto riprende e consolida l’esperienza di San Leonardo Gioca!!!, proponendosi di diffonderla al resto della città, di renderla più sistematica e continuativa e di dotarla di strutture di supporto. In particolare, si punterà a ricreare un’analoga struttura organizzativa attraverso l’attivazione, in ogni quartiere che sarà coinvolto nell’esperienza, di un gruppo informale di realtà promotrici che riunisca le risorse della rete di Comunità: centri aggregativi ed educativi, parrocchie, società sportive, culturali e di volontariato, cooperative sociali centri anziani e orti sociali, gruppi giovanili informali, gruppi teatrali, band musicali, artisti, ecc. L’obiettivo è di creare una rete organizzativa in grado di promuovere e gestire attività di animazione territoriale di diverso tipo, con lo scopo di rivitalizzare i contesti urbani ed i legami sociali attraverso occasioni di incontro e di socializzazione nei luoghi pubblici del quartiere. In ogni quartiere sarà individuata una realtà capofila che si faccia carico del coordinamento delle attività, nonché di mantenere i contatti con i gruppi promotori degli altri quartieri per dare un senso di continuità all’iniziativa.
Verrà, quindi, proposta una rassegna itinerante di attività rivolte all’intera cittadinanza con particolare riferimento alla fascia adolescenziale/giovanile, che saranno supportate dall’installazione di un container modulare mobile che fungerà contemporaneamente da contenitore versatile e polifunzionale di materiali, attrezzature, proposte animative, eventi.


“Emozioni mediate & cittadinanze digitali”, Distretto Sud-Est

Gli ambiti che intende affrontare il progetto sono la dimensione affettivo relazionale dei giovani e il loro rapporto con la tecnologia: i ragazzi crescono in un mondo che offre loro continui stimoli digitali, attraverso social network, giochi, musica, video di ogni tipo. Attraverso questi strumenti i giovani comunicano, conoscono nuove persone, acquisiscono informazioni e vanno alla scoperta del mondo, addentrandosi, a volte, anche nella sfera più intima, quella affettiva e sessuale. Per gli adulti è difficile comprenderne le implicazioni quotidiane, ma per i ragazzi le interconnessioni tra vita e tecnologia sono la normalità. Tuttavia, alcuni rischi del mondo digitale possono non essere percepiti come tali ed è dunque compito degli adulti affrontarli con l’obiettivo di prevenirli. Obiettivo del progetto è quello di trasformare l’esperienza online dei ragazzi in una palestra di cittadinanza, per imparare a conoscere i propri diritti e quelli degli altri, ma anche i doveri e i limiti dati dalla legislazione. Il progetto prevede la realizzazione di momenti di incontro formativo/informativo, rivolti agli adulti di riferimento (insegnanti, youth workers, genitori) in cui gli adolescenti possano avere un ruolo attivo di narrazione di sé e delle proprie esigenze, e di laboratori di apprendimento esperienziale. Attraverso i Nuovi Media e le forme di espressività ad essi legate, bambini e ragazzi comunicano volentieri, si divertono e si mettono in gioco: creare un profilo, scegliere cosa postare, e così via, diventano azioni importanti nella quotidianità dei giovani che devono gestire la propria vita anche online.